Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Il 26 novembre 2016, dopo oltre un anno di trattative, è stato sottoscritto da Federmeccanica, Assistal, FIOM, FIM E UILM il rinnovo del CCNL dei metalmeccanici.


Il rinnovo interessa i lavoratori del settore metalmeccanico successivamente integrato da un accordo il 27 febbraio 2017.
Il rinnovo del CCNL dei metalmeccanici porta novità di rilievo. Tra queste indubbiamente troviamo l’introduzione del welfare aziendale obbligatorio.

Nell’accordo è previsto che le società eroghino a titolo di welfare aziendale le seguenti quote:

  • 100 euro a partire dal giugno 2017
  • 150 euro a partire dal giugno 2018
  • 200 euro a partire dal giugno 2019

Gli importi previsti potranno essere utilizzati entro il 31 maggio dell’anno successivo, per l’acquisto di beni e servizi rientranti nell’articolo 51 del TUIR.

Le aziende potranno decidere se erogarli mediante coupon o affidarsi a una piattaforma come Wel-Don che fornisce consulenza, progettazione, analisi di fattibilità e fruizione di servizi rientranti nella normativa welfare.

Le quote spettano ai lavoratori che abbiano superato il periodo di prova e siano in forza al 1° giugno di ciascun anno oppure che siano assunti entro il 31 dicembre di ciascun anno. Le stesse interessano tutti il lavoratori con contratto a tempo indeterminato oppure con contratto a tempo determinato con almeno 3 mesi di anzianità di servizio, anche non consecutivi, maturati nel corso di ciascun anno (1° gennaio-31 dicembre).

Altre novità importanti:

  • Gli aumenti retributivi avranno decorrenza dal mese di giugno di ciascun anno. Nel 2017 per adeguamento all’inflazione 2016, si prevede un aumento mensile in busta paga di 51,7 euro.
  • Erogazione a titolo di una tantum di 80 euro lordi, nella retribuzione del mese di marzo 2017.
  • assistenza sanitaria integrativa gratuita a tutti i dipendenti ed ai loro familiari (anche conviventi di fatto) a partire da ottobre 2017 (iscrizione al Fondo MètaSalute a carico dell’impresa: 156 euro annui).
  • il contributo aziendale al fondo Cometa passa dall’1.6% al 2% della retribuzione a far data dal giugno 2017 .
  • Diritto soggettivo alla formazione per 24 ore di cui 2/3 a carico delle Aziende nel triennio 2017-2019 per i lavoratori non coinvolti in piani di formazione.

Alla luce di quanto sopra riportato, l’inserimento di una tematica importante come il welfare aziendale obbligatorio nel rinnovo del CCNL dei metalmeccanici, non potrà che favorire l’inserimento dello stesso in altri settori.