Con circolare Inps n. 54 del 17 aprile 2019 si rende operativo il beneficio NEET “Garanzia Giovani”, prorogato con Decreto Direttoriale ANPAL n. 581 del 28.12.2018.

Di seguito una sintesi dei requisiti per poter beneficiare dell’incentivo “NEET – Garanzia Giovani” :

A chi spetta:

Il bonus occupazione NEET è rivolto a tutti i datori di lavoro privati, anche non imprenditori, che, senza esservi tenuti, assumano giovani aderenti al Programma “Garanzia Giovani”, dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019. Per i soggetti di età inferiore a 18 anni è necessario l’assolvimento al diritto dovere all’istruzione e formazione.

L’incentivo, in particolare, spetta per le assunzioni con contratto:

  • a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  • d’apprendistato professionalizzante;
  • a tempo parziale;
  • di lavoro subordinato instaurato in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro.

Restano, invece, esclusi dal beneficio il contratto di lavoro domestico, l’intermittente e le prestazioni occasionali. Inoltre, non sono ammessi all’incentivo i contratti di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, nonché i contratti di apprendistato di alta formazione e di ricerca.

Analogamente, l’agevolazione non può essere riconosciuta nelle ipotesi di trasformazione a tempo indeterminato di rapporti a termine. Ciò perché nelle ipotesi di trasformazione il giovane non avrebbe il requisito fondante il beneficio, vale a dire la condizione di NEET alla data dell’evento incentivabile.

Ammontare del beneficio:

L’incentivo consiste nell’esonero contributivo a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, nel limite massimo di 8.060 euro annui per giovane assunto, ed ha una durata di 12 mesi. per lavoratore assunto, riparametrato e applicato su base mensile. In caso di lavoro a tempo parziale il massimale è proporzionalmente ridotto.

L’incentivo deve essere fruito, a pena di decadenza, entro il termine del 28 febbraio 2021.

Il diritto alla fruizione dell’incentivo è subordinato:

  • all’adempimento degli obblighi contributivi;
  • all’osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro;
  • al rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali, nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale;
  • all’applicazione dei principi generali in materia di incentivi all’occupazione stabiliti dall’art. 31 del del D.Lgs. n. 150/2015.

Adempimenti del datore di lavoro

Prima di effettuare l’eventuale assunzione a tempo indeterminato, il datore di lavoro deve inoltrare all’INPS una domanda preliminare di ammissione all’incentivo, mediante il modulo di istanza online “NEET”, disponibile all’interno dell’applicazione “Portale delle agevolazioni (ex DiResCo)”.